Clicca sul banner per partecipare al content game

#sAPORILOCALI

Novembre, primi freddi, olio nuovo, camino acceso, voglia di casa. Sono convinta che casa sia ovunque si stia bene. Ma, anche se so di poter essere a casa in tanti luoghi, per sempre la mia Umbria per me sarà Casa. Specialmente quando l’aria si fa tersa e frizzante e le giornate si accorciano. L’Umbria è bellissima in autunno.

Ci sono alcuni cibi che, come le madeleine di Proust, con il loro sapore in un attimo sono in grado di evocare sensazioni di luoghi e momenti passati. L’olio nuovo, intenso e piccante, con una fetta di pane sciapo sa di Umbria, per me sa di infanzia.

E ho avuto voglia di mettere tutta la la mia Umbria in un piatto. Se penso all’Umbria immediatamente mi vengono in mente sapori come olio nuovo e pane sciapo, ma anche prodotti di norcineria, legumi caldi e profumo di bosco.

Per mettere tutto questo in un unico piatto ho preparato una vellutata di cicerchie con crostoni di salsiccia al timo selvatico.

Umbria in un piatto

Gli ingredienti per la zuppa di cicerchie

Procedimento

Ho lessato le cicerchie precedentemente ammollate con aglio, cipolla e carota.

Ho poi ripassato per qualche minuto le cicerchie lessate e scolate con aglio e olio e poi ho aggiunto acqua, sale e pepe e lasciato cuocere finché le cicerchie non sono diventate morbidissime.

A fuoco spento ho frullato le cicerchie e l’aglio con il frullatore a immersione fino ad ottenere una vellutata cremosa in cui ho messo dei rametti di timo in infusione che ho tolto prima di servire.

Ho preparato i crostoni cospargendo su una fetta spessa di pane sciapo una crema ottenuta lavorando la polpa di una salsiccia fresca di Norcia con un cucchiaio di stracchino e delle foglioline di timo.

Ho messo il crostone così ottenuto in forno con il grill acceso per 5-10 minuti, finché la crema di salsiccia non si è cotta ed ha assunto un colorito leggermente bruno.

Ho impiattato mettendo in una fondina la vellutata di cicerchie con il crostone tagliato a metà, un generoso giro d’olio dal fruttato intenso con una nota piccante e qualche fogliolina fresca di timo.

Umbria in un piatto

La zuppa di  cicerchie

E in questo piatto c’era tutto il sapore di casa, tutto il sapore della mia Umbria.

Per le tue ricette consigliamo i prodotti

dell’ AZIENDA AGRARIA RONCI

Continua a seguirci

Viaggia con noi!

Condividere i luoghi che ami, i tuoi viaggi, le tue esperienze e i tuoi consigli di viaggio può aiutarti a far vivere la tua passione!

3 Risposte

    • Claudietta

      Io non c’ero, ma… ci sarei voluta essere! 😀
      Grande Marta! Non avevo ancora letto la ricetta vincitrice. Troppo succulenta. Al prossimo aperitivo crostone e zuppa di cicerchie! 🙂
      Ciaooo!

      • marta
        marta

        Grazie!!!
        Allora dobbiamo organizzare presto un altro aperitivo, altrimenti dovremo scegliere un nuova ricetta più estiva 🙂

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy