La scusa per il viaggio in America è il mio trentesimo compleanno, con Alessandro il mio compagno, organizziamo tutto da soli in modalità fai da te come sempre.

Per il volo abbiamo prenotato su Opodo.it che ci dava tariffe migliori, andata su Los Angeles ritorno su Las Vegas , gli hotel prenotati principalmente su booking.it e la macchina su Arguscarhire.com, per tempo ci organizziamo anche con le carte di credito che sono fondamentali negli USA e per il cambio dei dollari.

Ecco le tappe del nostro itinerario negli USA

Il volo con Air France è andato più che bene, abbiamo volato con il mitico A380 nella cabina superiore, arrivati a Los Angeles ritiriamo l’auto a noleggio alla Dollar e grazie al navigatore raggiungiamo il primo hotel del viaggio dove passiamo una serata tranquilla sconvolti un po’ dal fuso.

Il successivi giorni nella città degli angeli passano veloci, visitiamo le principali attrazioni e non ci facciamo mancare una giornata agli Universal Studios il parco divertimenti a tema cinema che ci ha strabiliato !

Il nostro hotel principale per L.A. è stato il comfort inn vicino alla Hollywood walk of Fame , grazie a questa location ci siamo potuti muovere benissimo sia con la metro che con il bus Hop On hop Off che in una giornata ci ha permesso di dare un occhiata d’insieme alla città.

Da Los Angeles ci siamo spostati a Las Vegas spezzando le ore di viaggio fermandoci alla città fantasma di Calico, arriviamo così nella Sin City in piena notte con le luci delle luminarie che creano uno spettacolo magico.

Il nostro hotel è il Vdara Resort senza Casino e quindi più tranquillo ma posizionato quasi centralmente sulla Strip la via principale.

Las Vegas è un immenso parco giochi fatto di resort a tema incredibili passeggiando passi dalla torre Eiffel alla statua della libertà in pochi metri.

Due notti qui e si parte per il parco Nazionale del Grand Canyon, da Las Vegas sono quasi 5 ore di viaggio complici i limiti di velocità molto bassi, noi durante il nostro tragitto abbiamo visitato una parte della mitica Route 66 e la sua cittadina simbolo Seligman arrivando a Williams dove abbiamo pernottato in serata, il giorno seguente in mezz’ora e belli riposati siamo al parco nazionale.

Grazie alle navette gratuite lo abbiamo girato in lungo e largo passando una giornata meravigliosa.

Il nostro viaggio sta volgendo al termine e ritorniamo a Las Vegas per l’ultima notte, avevo sentito parlare di Freemont street la zona vecchia di L.V. restaurata e diventata un luogo da visitare e dove passare la serata, quindi ho prenotato l’ultima notte al Freemont Hotel ma già dall’accoglienza ricevuta al nostro arrivo mi pento ! l’hotel non è nulla di speciale con servizi come internet a pagamento e personale piuttosto sgarbato ma la zona di Freemont è sicuramente da vedere, un insieme di stravaganza, pazzia e caos.

Il rientro è piuttosto triste ci dispiace lasciare gli Stati Uniti ma sappiamo che è solamente un arrivederci e non un addio.

Se volete leggere tutte le info e il racconto dettagliato del nostro viaggio e le foto potete farlo sul mio blog e visitare anche il canale youtube per i video fatti durante il viaggio.

Per qualsiasi domanda e consiglio non esitate a contattarmi sarà un piacere condividere la mia esperienza di viaggio.

Continua a seguirci

Viaggia con noi!

Condividere i luoghi che ami, i tuoi viaggi, le tue esperienze e i tuoi consigli di viaggio può aiutarti a far vivere la tua passione!

2 Risposte

  1. Claudietta

    Ciao,
    mi sto preparando anche io a un viaggio negli Stati Uniti per questa estate.
    Ho una ventina di giorni a disposizione e da Phoenix a San Francisco tante tappe intermedie per visitare quanti più parchi possibile e qualche città.
    Molti mi dicono che Los Angeles non vale neppure la pena visitarla, perciò sono combattuta.
    Che consiglio mi daresti? 🙂

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy