Siamo qui a proporvi le città più belle da visitare in Umbria, in particolar modo cinque, che vi lasceranno senza fiato e che, ricche di particolari e curiosità, sapranno soddisfare anche le menti artistiche più raffinate. Siete pronti?

  1. Perugia (dove dormire)
  2. Assisi (dove dormire)
  3. Orvieto (dove dormire)
  4. Todi (dove dormire)
  5. Gubbio (dove dormire)

Perugia, il capoluogo

Indubbiamente questo piccolo tour, se così vogliamo chiamarlo, non può non partire dal centro storico della regione, tra l’altro capoluogo, Perugia. Premessa: la città è piena di salite e di discese…quindi: scarpe comode ai piedi e via!

Da visitare assolutamente, vi segnaliamo:

  • la Fontana Maggiore, Palazzo dei Priori e la Cattedrale di San Lorenzo, tutti in piazza IV Novembre, la piazza principale della città di Perugia;
  • Porta Sole, il punto più alto della città, da cui si può vedere uno dei panorami più belli di Perugia;
  • la Galleria Nazionale dell’Umbria, dove potrete trovare opere gotiche, rinascimentali, opere del duecento, del trecento e molto altro;
  • la Torre degli Sciri, l’unica rimasta intatta dell’XIII secolo, alta 46 metri;
  • i numerosissimi borghi: Borgo XX GiugnoVia delle VioleSant’ErcolanoVia dei Priori ecc.

Perugia panorama città

La città di San Francesco: Assisi

I turisti che visitano l’Umbria non possono non visitare quella che è stata la città di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia. Assisi sorge alle pendici del ponte Subisso e, così come per Perugia, anche in essa è possibile trovare numerose attrazioni.

Chi viene ad Assisi, in particolare modo, lo fa per lo più per soddisfare la voglia di turismo religioso. Tante, infatti, sono le cattedrali, le chiese e molti altri luoghi di culto in cui raccogliersi in preghiera. Molti altri, però, sono i luoghi che ammaliano i turisti in visita ad Assisi: piccoli borghi, viuzze incantate piene di storia, piazze affascinanti. Ecco perché Assisi, almeno secondo il nostro parere, rientra nelle cinque città più belle dell’Umbria.

Basilica San Francesco d'AssisiLa gotica Orvieto

Duomo di OrvietoOrvieto, una delle città più antiche di tutta Italia, è una vera e propria chicca di tutta l’Umbria. Affascina grandi e piccini e allieterà i vostri occhi con le imponenti costruzioni gotiche. Assolutamente da vedere è il Duomo di Orvieto, che risale addirittura alla fine del 1200. Ma se c’è una cosa che Orvieto ha e tutte le altre città non hanno è una parte sotterranea, una moltitudine di labirinti e grotte che vi lascerà a bocca aperta.

Orvieto underground è questo il nome che i cittadini e, soprattutto, chi se ne occupa, hanno deciso di dare a questa parte della città, che porta una data risalente all’incirca a 2500 anni fa. Vi sono all’incirca un numero come 1000 grotte nascoste nella rupe, un labirinto sotterraneo che sembra proprio essere rimasto intatto nel tempo, custodendo così informazioni storiche e culturali da non sottovalutare. Vie, passaggi segreti, leggende e fantasmi: sono questi gli ingredienti che vi aspettano!

L’ecologica Todi

Essa è situata a pochi chilometri da Perugia ed è raggiungibile all’incirca in 40 minuti di auto. Una volta giunti a Todi non sarà difficile raggiungere Piazza del Popolo, la piazza centrale (raggiungibile sia a piedi o con l’ascensore dai relativi parcheggi) in cui potrete ammirare il Palazzo comunale e il Duomo.Todi è da sempre riconosciuta come una delle città più vivibili ed ecologiche di tutta Italia. Proprio per questo motivo, non sarà assolutamente difficile camminare e respirare ottima aria fresca, mentre panorami bellissimi e imponenti e maestose chiese si mostreranno ai vostri occhi.

Ma se decidete di andare a Todi, non potete non fermarvi ad ammirare quella che è il Tempio della Consolazione risalente al XVI secolo e costruito su disegno del famoso Bramante.

Gubbio

Il suo territorio, però è molto simile a quello del capoluogo umbro: tante salite vi attenderanno, quindi anche qui procuratevi delle belle scarpe comode. Gubbio è veramente tutta bella da visitare, senza esclusione di colpi. Una città bellissima, forse in linea d’area un po’ più lontana da Perugia rispetto alle altre città qui elencate, ma tutti i chilometri valgono la sua bellezza.

Caratteristica particolare di questa città è una festività molto particolare, quella dei Ceri, che si festeggia il 15 maggio di ogni anno, in qualsiasi condizione atmosferica. Consiste nel trasporto a spalla da parte degli eugubini (gli abitanti di Gubbio) delle statue di Sant’Ubaldo, San Giorgio e Sant’Antonio. Una festività che raccoglie migliaia di visitatori e che gli eugubini sentono particolarmente.

Continua a seguirci

Viaggia con noi!

Condividere i luoghi che ami, i tuoi viaggi, le tue esperienze e i tuoi consigli di viaggio può aiutarti a far vivere la tua passione!

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy