La scorsa estate, Umberto Eco, noto semiologo, scrittore e filosofo italiano, disse che i social network hanno dato e danno quotidianamente la parola a legioni di imbecilli. Si può essere d’accordo o meno, ma sicuramente è un’opinione dalla quale possono partire serie infinite di riflessioni e discussioni sul mondo delle reti di socialità on line. C’è, invece, un’altra caratteristica dei social network, che è più un dato di fatto, una verità assoluta che non può neppure essere smentita, se non con un futuro cambiamento di tendenza. Questa verità ha occhi grandi e luminosi, baffi ben allineati su un musetto felino, un corpo che si muove su quattro zampe più o meno peloso, comunque da accarezzare, e fa le fusa: è il gatto, protagonista indiscusso di tutti i social network.
Di come il gatto abbia potuto guadagnarsi questo ruolo, non ho la minima idea, ma riflettendo su questo, però, mi sono accorta che anche la maggior parte di album di viaggio – almeno i miei, pur non essendo io una super appassionata del genere – contengono almeno una foto di gatti. Ecco, quindi, una mini raccolta di foto di gatti catturati – ma solo con l’obiettivo – in Italia e in alcune città europee. Gatti domestici affacciati alle finestre come le anziane donne al Sud, gatti randagi tra le rovine di piccoli borghi spesso visibilmente malnutriti o gatti randagi ben pasciuti e coccolati come le centinaia che girano scodinzolando per tutta Istanbul, gatti vanitosi, accovacciati e perfino gatti in vetrina.

E tu, che gatti hai visto nei tuoi viaggi in giro per il mondo?

Continua a seguirci

Viaggia con noi!

Condividere i luoghi che ami, i tuoi viaggi, le tue esperienze e i tuoi consigli di viaggio può aiutarti a far vivere la tua passione!

A proposito dell'autore

La vita è quella cosa che oscilla "from roots to routes".

+ 0
Punti totalizzati
361
Posizione
0
Punteggio
20
Post
20
Commenti

Post correlati

3 Risposte

  1. La Vespa Tribeca
    La Vespa Tribeca

    Ciao Claudia, complimenti per l’articolo, ma soprattutto complimenti per le foto! E’ la prima volta che lascio un commento, ma vista la domanda che poni alla fine del tuo post, da grande amante dei gatti quale sono, mi sono sentita in dovere di rispondere.
    Mi sono ritrovata in tutto quello che hai detto perché anch’io, come te, non perdo occasione durante i miei viaggi di fotografare i nostri amici felini. Ero già pronta a postare a mia volta una foto dell’ultimo gatto immortalato durante la mia recente vacanza a Cuba, ma poi mi sono accorta che purtroppo nei commenti non è possibile pubblicare foto, pazienza! Si trattava di un gatto cubano che gironzolava curioso tra i vagoni del “Tren Blindado” a Santa Clara, il treno che venne conquistato dal Che e diede il colpo di grazia alla dittatura di Batista: molto bello.
    Non mi permetterei mai di contestare quanto affermato dal grande Umberto Eco, ma sono sicura che se avesse avuto più tempo per esplorare il mondo dei social network, si sarebbe accorto di quante cose si possono imparare e condividere tramite questi mezzi, come ad esempio la passione per i viaggi e il rispetto per gli animali.

    • Alessio

      Grazie per il bel commento Vespa 😀

      Scrivo giusto per informarti che presto sarà possibile commentare anche attraverso foto ed immagini. A quel punto potrai popolare la piattaforma con il tuo mitico micio rivoluzionario!

    • Claudietta

      Grazie! 🙂

      In effetti ho lanciato una domanda a cui è tecnicamente impossibile rispondere. Speriamo allora che, come ha anticipato Alessio, Gente in viaggio ci venga presto incontro anche perché ormai sono troppo curiosa di vedere il tuo gatto cubano. 🙂

      In quanto a Eco… diciamo che sicuramente i social network hanno molti pro e qualche contro. Qui sicuramente riusciamo a sperimentare tutto il buono! 🙂

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy