Quando si giunge in Campania, soprattutto in provincia di Napoli e si parla di scavi archeologici, subito il nostro pensiero vola ai meravigliosi Scavi di Pompei, alla affascinante Herculaneum e al caratteristico sito Oplontis di Torre Annunziata.

archeologia campania stabia

E se vi parlassi di un sito poco conosciuto, magico e perfettamente mantenuto dove il tempo sul serio sembra essersi fermato? Di certo la vostra sete di conoscenza  inizierebbe a farsi spazio e a bramare notizie!

E allora amici, iniziamo il nostro viaggio tra i siti archeologici di Stabia!

Ci troviamo a Castellammare di Stabia, comune napoletano che congiunge le zone vesuviane alla penisola sorrentina; uno di quei posti bagnato dalle acque del Golfo di Napoli e riscaldato dal sole del meridione.

Ed è proprio in una frazione di Castellammare di Stabia, precisamente Varano, che i romani decisero di edificare le loro ville d’otium. Come non capirli, un posto sospeso tra natura e mare, dove il clima favorevole sa sicuramente regalare il riposo di cui anche nell’antica Roma c’era tanto bisogno ha bisogno!

I gioielli archeologici di Castellammare di Stabia

Nello specifico a Varano, sono state ritrovate diverse ville panoramiche con strutture termali, quartieri abitativi, portici e ninfei decorati con meticolosa cura. Grazie ad opere di scavo proseguite negli anni, oggi possiamo visitare due di queste: Villa San Marco e Villa Arianna.

villa romana stabia

La nostra visita inizia da Villa San Marco: una villa romana d’otium di circa undicimila metri quadrati, di cui buona parte oggi visitabili.

Grazie allo strato spesso di cenere e lapilli, risalenti all’eruzione vesuviana del 79 D.C., la villa fu ricoperta totalmente e questo consentì al sito di essere conservato perfettamente nel tempo. Parliamo di una villa risalente all’età augustea – di cui non si conosce il nome del proprietario – strutturata con un grande ingresso che si antepone al bellissimo atrium decorato da meravigliosi affreschi, che fanno poi da cornice all’impluvium.

Dalla sala centrale è possibile muoversi esplorando in lungo e in largo l’intera villa che, per fortuna, lascia poco spazio all’immaginazione; vi sembrerà di aver fatto un tuffo nel passato e a tratti vi sentirete parte attiva di quel mondo magico. Incontrerete poi la magia vera nel giardino della villa dove i platani riprodotti e l’incantevole panorama vi lasceranno senza fiato.

Un suggerimento: concentratevi anche sulla meravigliosa pavimentazione di questa villa, perfettamente mantenuta e di una bellezza senza paragoni.

Da Villa San Marco poi, anche a piedi, ci spostiamo verso Villa Arianna.

villa adriana castellammare di stabia

Si tratta della villa d’otium più antica di Stabia divisa in quattro sezioni: l’accogliente atrio, i sofisticati ambienti termali, il triclinio e la palestra. Stanza dopo stanza, attraverserete dimensioni incredibili fatte di affascinanti affreschi e minuziose particolarità.

Questa villa è posta a picco sul mare e la sua posizione panoramica la circonda di una dimensione magica, perfetta per saziare la voglia di lasciarsi emozionare di ogni viaggiatore!

biscotto di stabiaInformazioni utili sul sito archeologico

Ricordiamo che il sito archeologico di Stabia, è visitabile tutti i giorni della settimana, l’ingresso è gratuito e vi sono ampie aree di parcheggio gratuito nei pressi di Villa San Marco. E soprattutto… terminata la visita vi consiglio di ritornare sul lungomare di Castellammare e di assaggiare il tipico biscotto della zona, a forma di sigaro, apprezzato da tutti per la sua fragranza e per l’incredibile sapore.

Non mi resta che augurarvi Buona visita a Castellammare!

Alberto Angela racconta le ville romane di Stabiae

Continua a seguirci

Viaggia con noi!

Condividere i luoghi che ami, i tuoi viaggi, le tue esperienze e i tuoi consigli di viaggio può aiutarti a far vivere la tua passione!

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy