Quella che noi dell’associazione L’Asino d’Oro proponiamo è una speciale classifica da brivido, per andare alla scoperta della Roma più misteriosa ed esoterica.

I luoghi più misteriosi di Roma

La Cripta dei Cappuccini di Via Veneto

Tra i luoghi più misteriosi di Roma e per tutti gli amanti del noir, imperdibile è una vista all’interno della Cripta dei Frati Cappuccini, sotto la Chiesa di Santa Maria Immacolata a Via Veneto. Proprio così, la via della “Dolce Vita” ospita questo particolare luogo, oggi musealizzato, dove oltre a conoscere la lunga storia dell’ordine francescano e a poter ammirare un quadro del Caravaggio, si potrà ammirare un capolavoro che lascerà senza parole. Infatti al suo interno, vi sono alcune piccole salette dove “riposano” da molti anni alcuni frati e altri personaggi a loro legati, in modo però alquanto bizzarro. Le decorazioni interne sono realizzate utilizzando varie ossa umane – come tibie, peroni, femori, anche, vertebre, ecc. – in un tripudio e trionfo di forme e immagini. Lampadari, colonnine, archi e molto altri elementi sono completamente realizzati con le ossa e al centro si trovano anche degli scheletri interi, vestiti con il saio, che sembrano accogliere il visitatore di turno. L’effetto sorpresa è assicurato e molti all’uscita si sentiranno quasi sollevati di aver finito il macabro tour.

Il quartiere Coppedè di notte

Ingresso al quartiere Coppedè, luoghi più misteriosi di RomaSplendido esempio di architettura eclettica, con commistioni di stile Liberty e neo gotico, nonché elementi e decorazioni della tipica tradizione italiana, questo quartiere affascina ogni tipo di visitatore per la sua forza simbolica e per la sua genialità. Realizzato nei primi del Novecento da Gino Coppedè è considerato da molti un ricettacolo di simboli esoterici e massonici. Non a caso venne più volte usato da famosi registi dell’horror per ambientare alcuni famosi film, come ad esempio “L’uccello dalle ali di cristallo” di Dario Argento. Se di giorno il suo fascino è legato soprattutto all’ardita architettura e alle bizzarre decorazioni, di notte, complice il surreale silenzio della zona, si tramuta in un perfetto luogo inquietante, dove da ogni porta e da ogni finestra sembrerà di essere spiati. Un luogo davvero molto suggestivo.

Il Cimitero Acattolico di Roma

Nonostante venga spesso ritenuto un luogo dove potersi rilassare e meditare, il Cimitero Acattolico di Roma, all’ombra della Piramide Cestia, con le sue numerose e bellissime tombe, può rivelarsi un luogo carico di mistero e suggestioni. Infatti sono molte le lapidi che affiorano dal terreno e che con la loro forma o con una semplice scritta, vogliono lasciarci un ultimo messaggio, quasi testamento morale del defunto. Qui riposano anche molti illustri personaggi come Keats e Shelly, ma anche Gadda e Gramsci oltre ad esserci una delle sculture funebri più straordinarie della città: “L’Angelo del dolore” che lo scultore americano Wetmore realizzò per l’amata defunta consorte.

Il Museo Criminologico di Via Giulia

Lungo l’elegante via Giulia, si apre uno dei musei più scioccanti e interessanti della città: qui infatti sono raccolte le testimonianze dal passato ad oggi, dei crimini e delle punizioni che venivano inferte a Roma. Un viaggio nella crudeltà umana e nella sua effimera quanto efferata giustizia, che certamente non lascerà indifferenti.

i luoghi più misteriosi di Roma

La Chiesa dell’Orazione e Morte di Via Giulia

Ancora Via Giulia è la protagonista  stavolta di una chiesa assai particolare: la Chiesa dell’Orazione e Morte, che già nel nome fa presagire qualcosa di macabro. Infatti qui, molti secoli fa, c’era una confraternita che si occupava di recuperare e seppellire i poveretti morti in circostanze sospette e senza nessuno che si occupasse del loro cadavere. Una pia pratica molto diffusa nella Roma di una volta! La facciata della chiesa presenta, oltre ad alcuni teschi, due lastre di marmo con inciso uno scheletro simbolo della morte che ricorda ai passanti la caducità della vita. Ed anche qui, come nella Cripta dei Cappuccini, vi è una cripta che ospita in modo molto macabro alcune sepolture.

Il Museo della Chiesa delle Anime del Purgatorio

All’interno della chiesa neogotica che sorge sul Lungotevere, vi è un piccolo museo davvero particolare, poiché qui sono state raccolte alla fine dell’Ottocento, alcune testimonianze di vita ultraterrena dei defunti e dei loro contatti con i congiunti vivi. L’iniziativa fu presa da un missionario francese che dopo un brutale incendio avvenuto nella chiesa, credette di scorgere sulle pareti il volto sofferente di un’anima defunta, imprigionata tra le fiamme. Decise così di girare l’Europa per raccogliere queste particolari testimonianze, qui raccolte e gelosamente custodite.

La Chiesa di San Giovanni Decollato

Altra chiesa da non perdere per gli amanti del noir e per chi vuole scoprire i luoghi più misteriosi di Roma è quella che si trova nei pressi del Foro Boario e della Bocca della Verità: la Chiesa di San Giovanni Decollato. Questa piccolo edificio, aperto una sola volta l’anno in occasione della festa del Battista (il 24 Giugno), ospita all’interno un museo molto ricco: vi sono infatti le testimonianze dell’instancabile lavoro della confraternita che officiava in questa chiesa e che un tempo si prendeva cura dell’anima dei condannati a morte, accompagnandoli nel loro ultimo viaggio verso il patibolo. Qui sono conservate tra le altre cose la cesta dove cadde al giovane testa di Beatrice Cenci e la condanna a morte di Giordano Bruno. E nel pavimento del chiostro, si possono ancora riconoscere le fosse comuni dei condannati a morte qui sepolti, coperte da chiusini in marmo sui quali è scritto: “Domine, cum veneris iudicare, noli me condemnare” (Signore, quando verrai a giudicare, non condannarmi) .

Continua a seguirci

Viaggia con noi!

Condividere i luoghi che ami, i tuoi viaggi, le tue esperienze e i tuoi consigli di viaggio può aiutarti a far vivere la tua passione!

6 Risposte

  1. La Vespa Tribeca
    La Vespa Tribeca

    Ma che bello questo post! Anch’io, come Bepposimo, spero di poter tornare presto a Roma per visitare questi luoghi. Roma è immensa e, quando ci si reca per la prima volta, è giusto voler vedere i luoghi più noti, ma se avanza del tempo o se ci si torna più volte, è interessante sapere che ci sono anche questi posti, che magari non appaiono sulla classica guida turistica. Non vorrei apparire macabra, ma quando viaggio mi capita spesso di visitare chiese e cimiteri perché al loro interno si possono nascondere dei dipinti e delle sculture di grande valore.
    Peccato, però, che la Chiesa di San Giovanni Decollato si possa visitare solamente a Giugno, ma capisco bene che, a parte questo edificio, gli altri sono visitabili durante tutto l’arco dell’anno?

    • LAsinodOro
      LAsinodOro

      Noi ti aspettiamo! Per quanto riguarda gli altri luoghi menzionati nell’articolo, sono tutti visitabili! L’unico problematico è appunto San Giovanni Decollato…ma meritava una menzione! 🙂

  2. bepposimo
    bepposimo

    Articolo interessantissimo! non vedo l’ora di visiatre questi luoghi apepena passo a Roma! A questi luoghi ne aggiungo uno che ho visitato qualche mese fa: la chiesa di Santa Maria Immacolata o Chiesa Capuccini in Via Veneto. All’interno si trova un museo molto bello e curato dove si può imparare e conoscere la storia dei Capuccini, dove sono nati, i loro stili di vita, le loro abitudini i loro oggetti e vestiti. Vi si trovano delle teche protette dal vetro con le descrizioni al loro fianco. Troviamo così i sandali e l’abito classico dei Capuccini, il saio; paramenti, i loro rosari, croci, porta ostie, bibbie ed anche strumenti di autoflagellazione. Proseguendo il percorso si arriva all’interno di una cripta composta da un corridoio e da più piccole cripte, dove si trovano migliaia di ossa di frati Capuccini. Esse provengono dal cimitero che si trovava alle spalle della Chiesa stessa. E’ una cosa indescrivibile…alcuni frati mummificati indossano il saio! Merita una visita se ci si trova a Roma!

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy