Un omaggio alla forma quadrata della Polaroid. Instagram, l’applicazione di photo-sharing sviluppata da Kevin Systrom e Mike Krieger, è cresciuta a vista d’occhio. Sono nate associazioni di appassionati, come gli Instagramers Italia che fanno parte della grande community mondiale di Instagramers,  fondata da Philippe Gonzalez nel gennaio 2011 a Madrid.

Cosa fanno?

“Resta invariato il nostro sforzo nell’organizzare quante più attività possibile sul territorio attraverso attività fotografiche di gruppo (instameet e instawalk) e migliorare costantemente il livello e la qualità delle foto condivise. Tutto questo per creare una vera community, di persone che si conoscono off line”.

Instagram

Instagram e turismo

Nel settore del turismo le strategie di social media marketing evidenziano le maggiori possibilità di successo, proprio perché la scelta su dove andare in vacanza e in che struttura alloggiare è spesso e volentieri guidata dal passaparola di amici e conoscenti. Anche Instagram gioca un ruolo importante: le immagini consentono di veicolare immediatamente emozioni, creare desideri e stimolare l’impulso delle persone ad approfondire, agendo in modo molto concreto sul loro istinto.

Oltre ai gatti, tra gli amici a quattro zampe più fotografati su Instagram, il viaggio è il momento migliore da condividere sul social network. Le foto personali non sono più private e competono sul web sotto il cappello dello stesso hashtag insieme a quelle prodotte a scopo commerciale dai diversi brands. Il proliferare delle occasioni per scattare fotografie instantanee sembra produrre narrazioni e punti di vista nuovi e inattesi, che a volte, per effetto della viralità dei social media, si trasformano in generi riconoscibili, replicati e reinterpretati. Con la geolocalizzazione e le didascalia è facile poi individuare dove la foto è stata scattata, diventando così un utile strumento per chi è alla ricerca di spunti e nuovi luoghi da visitare. Attraverso i challenge, eventi creati appositamente e veri e propri contest fotografici, si  sceglie una zona, un hashtag e una giuria che decreterà le immagini migliori che vinceranno un premio. Esempio recente è la “Cavalcata sarda”, una delle più antiche tradizioni folcloristiche della Sardegna, in cui gli igers di Sassari in collaborazione con il Comune e con il quotidiano La Nuova Sardegna, hanno coinvolto la community suggerendo l’uso del tag #cavalcata14. Il risultato è stato sorprendete: oltre 700 scatti in due giorni.

Dati Instagramers Italia 2013:

Per conservare le tue foto di viaggio usa LEGNOGRAM

Continua a seguirci

A proposito dell'autore

+ 0
Punti totalizzati
257
Posizione
0
Punteggio
74
Post
0
Commenti

Post correlati

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy