#slowsicily racconta la tua sicilia contest storytelling content game

Clicca sul banner per scoprire come fare a partecipare

La Sicilia non è solo un’isola; è una delle regioni più ricche dal punto di vista culturale e naturalistico e soprattutto dall’unica e ammirata tradizione culinaria. Oltre ad essere tra le più rappresentative dell’intero paese, le eccellenze alimentari siciliane primeggiano per qualità, tipicità e gusto. Da nord a sud un viaggio nell’isola e anche e soprattutto sensoriale alla continua scoperta di sapori e profumi unici che fanno della cucina tipica siciliana qualcosa di davvero unico!

Pistacchio di Bronte

pistacchio-bronte

Pistacchio di Bronte

Parte da Bronte alle pendici dell’Etna questo viaggio culinario. Siamo in provincia di Catania ci sono un bel castello, tante chiese e tanti segni del Risorgimento che da qui è passato. La vicinanza del grande vulcano assicura al territorio dei terreni argillosi particolarissimi, ricchi di sostanze minerali che permettono delle coltivazioni agricole uniche al mondo. Il pistacchio di Bronte dal colore verde intenso e il sapore aromatico forte che in siciliano si chiama frastuca – il frutto per eccellenza – ha ottenuto la denominazione di origine protetta. Se come me siete totalmente devote al pistacchio, Bronte è il massimo. Questa varietà si apprezza particolarmente sulla pasta con il pesto di pistacchio, senza parlare dell’inimitabile gelato, dei biscotti e del cioccolato. Personalmente in questi mesi invernali io adoro sgranocchiare il pistacchio intero ma quello di Bronte puro non si trova facilmente in questa forma. Se potete, non perdete la sagra del pistacchio che si tiene ogni anno a fine settembre.

Pomodoro Pachino

ricette-pomodoro-pachino

Cheese cake al pomodoro Pachino

Dalla montagna di fuoco, il viaggio tra i sapori della Sicilia ci porta verso il mare, in provincia di Siracusa e per l’esattezza, nella zona compresa tra il comune di Pachino e quello di Portopalo di Capo Passero. Qui nasce il pomodoro ciliegino famoso in tutto il mondo che ha ottenuto per le sue caratteristiche il marchio di indicazione geografica tipica. È curioso però segnalare come l’avvio ufficiale a questa coltivazione sia stata opera di una società israeliana che introdusse in quello che era già un territorio fertile – già produttore di un ottimo pomodoro – delle speciali sementi. Vicino alla zona di produzione si trova uno dei mari più belli del Mediterrano e la città di Noto, patrimonio Unesco. Inutile dire che il pomodoro Pachino si sposa benissimo con le ricette a base di pesce ma in generale è un prodotto versatile che non manca quasi mai in una buona ricetta mediterranea.

Cappero di Pantelleria

capperi-pantelleria

Capperi di Pantelleria

Ammetto di non essere una particolare fan del cappero, ma sono certa che a gustarlo in un posto speciale come l’isola di Pantelleria ci sia tutt’altro gusto. È proprio il territorio dell’isola a conferire a questo cappero le speciali caratteristiche di sapore aromatico e salato. Conosciuto sin dall’antichità e particolarmente apprezzato da greci e romani, il cappero è uno degli ingredienti principi della cucina siciliana. I terrazzamenti aridi su cui vengono coltivati caratterizzano il paesaggio dell’isola. Una volta raccolti i capperi IGP vengono salati a secco con sale marino in un processo che comprende almeno due fasi e dura una ventina di giorni.

Cioccolato di Modica

cioccolato-modica

Cioccolata di Modica

Per concludere questo viaggio nei sapori, come per i migliori dei pasti, ho scelto un dessert. Ed ecco servito il cioccolato di Modica. In questo caso l’eccellenza non è solo quella degli ingredienti utilizzati nella produzione di questo prodotto lavorato ma in particolare la tradizione e il processo di produzione di per se. Il cioccolato di Modica si ottiene con una particolare lavorazione detta “a freddo”. Le origini risalirebbero all’epoca della denominazione spagnola della città, spagnoli che ne avrebbero appreso i segreti direttamente dagli aztechi. I semi di cacao provengono dall’Africa; giunti a Modica vengono mescolati con spezie inebrianti come cannella, vaniglia, zenzero, peperoncino e in alcuni casi scorze di agrumi del territorio. La particolarità si riconosce grazie ai cristalli di zucchero che rimangono integri anche a prodotto finito.

Quali sono i tuoi prodotti siciliani preferiti?

Continua a seguirci


4 Risposte

Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy