autunno in barbagia 2014Circondato da colline e monti, bagnato da corsi d’acqua, Gavoi vanta una posizione strategica al centro della Sardegna: il territorio fertile, ricco di sorgenti e riparato dalle montagne è stato scelto dall’uomo da tempi remoti. In località Sa Itria sono state scoperte le prime testimonianze della presenza umana: affascinanti menhir e domus de janas (tombe scavate nella roccia) furono costruite a partire dal Neolitico.

I rilievi si stagliano tutt’intorno al paese, proteggendolo dai forti venti: a Nord si trova il monte Pisanu Mele, a Ovest i monti di Brundihòne e Chizu de noli, a Est i monti Puddis e Cogoddio (Nord-Est) mentre a Sud il panorama si apre con l’incantevole vallata del fiume Taloro.

Boschi di roverella e leccio insieme a castagni, agrifogli, noci e ciliegi sono rifugio delle numerose specie animali tra cui sono preservati alcuni endemismi sardi: nibbio reale, falco pellegrino, corvo imperiale, gatto selvatico, martora.

Molte aree sono riservate al pascolo ma, in particolare vicino ai corsi d’acqua, sono presenti anche terreni destinati alla coltivazione di alberi da frutto e soprattutto ortaggi come fagioli, pomodori, cavoli, zucche e le rinomate patate, che hanno ottenuto grande successo attraverso progetti promozionali, sagre e manifestazioni volte a valorizzare questo tubero.

Dal ricco patrimonio archeologico alle numerose iniziative culturali non mancano occasioni di svago e di nuove esperienze: il festival della letteratura “L’Isola delle storie” , che si svolge i primi di luglio (un grande evento nato nel luglio 2004, che richiama scrittori, attori, musicisti, giornalisti, politici da tutto il mondo); il nuraghe di Talaichè alto circa 6 metri; le domus de janas di S’iscrithola scavate in massi singoli di granito che presentano tracce di ocra rossa nell’ingresso; il menhir Sa perda Longa che si leva da terra per un’altezza di più di 3 metri; il lago di Gusana.

È da Gavoi che continua il nostro percorso all’interno della manifestazione “Autunno in Barbagia” che prenderà vita venerdì alle ore 18 e si concluderà la domenica.

Tutte le mostre all’interno della manifestazione saranno aperte dalle ore 10,00 alle ore 20,00.

gavoi mappa autunno in barbagia 2014

Eccole nel dettaglio:

– presso il Museo Comunale si terrà la mostra “Artisti si diventa” a cura del MAN, Museo d’Arte. Provincia di Nuoro. In mostra disegni, pitture, collage, sculture e installazioni, realizzate dai piccoli artisti del territorio barbaricino e limitrofo, che dialogheranno con le opere realizzate da Gianluca Mele e Pasqualina Schintu, operatori del Dipartimento Educativo del Museo;

– presso la Casa Museo Porcu-Satta in via Roma: esposizione permanente delle collezioni dell’abito tradizionale gavoese, dei gioielli e amuleti in filigrana, dei giochi tradizionali e una raccolta di strumenti musicali, tra cui il famosissimo Tamburinu che ha reso famosa Gavoi in tutta l’isola;

– presso la Casa Pira-Cadau in via Cagliari: “La Civilta’ dell’Altopiano” con un’esposizione di oggetti e utensili da lavoro, testimonianza della cultura agropastorale e della vita del pastore transumante;

– presso Casa Maoddi in via Eleonora: “Dall’orto tradizionale all’agro-biodiversità nel mercato” a cura del gruppo BioBarbagia Proloco Gavoi;

– Traballos e Bidas: mostra fotografica itinerante a cura dell’associazione S’Isprone. L’esposizione allestita nei bar del paese, narra la vita della comunità agropastorale attraverso immagini e testi.

Oltre alle mostre sono tante le iniziative e le attività durante la tre giorni, tra cui le escursioni e le visite guidate presso il Centro Storico e le Chiese del paese che si terranno Sabato e Domenica con il seguente orario: dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,30 alle ore 18,00.

Le passeggiate guidate alla scoperta del territorio sull’altopiano di Lidana, Sa Itria, accompagnati dai volontari della Protezione Civile in collaborazione con la Stazione Forestale locale (la durata del percorso di facile praticabilità è di circa 2 ore).

Escursione in mountain bike: domenica dalle ore 09.00 alle ore 13.00:

Itinerario attorno al lago di Gusana organizzato dall’associazione Bikin’Gavoi. L’iscrizione è aperta a sportivi e appassionati dai 15 anni in su; è necessario avere un minimo di preparazione fisica, esperienza di guida della mountain bike sullo sterrato e autosufficienza idrica e meccanica. L’uso del casco è obbligatorio.

Per informazioni prenotazioni: info@bikingavoi.com

Per raggiungere Gavoi in auto:

  • da Cagliari si percorre la SS 131 sino allo svincolo per la SS 197, passando per Sanluri, Laconi, Tonara, Fonni, fino a giungere a Gavoi.
  • da Sassari si percorre la SS 131 in direzione Macomer, passando poi per Silanus, Ottana e Sarule, fino ad arrivare a Gavoi.
  • da Oristano si percorre la SS 131 passando per Paulilatino, Ghilarza, Ottana, proseguendo per Sarule fino ad arrivare a Gavoi.
  • da Nuoro si percorre la SS 389, passando per Mamoiada, fino ad arrivare a Gavoi.

Info
Comune di Gavoi: Telefono 0784 53197 – 0784 53633.

Non ci rimane altro che andare alla scoperta di Gavoi, del suo territorio, delle sue tradizioni e della sua gente!

Continua a seguirci


Scrivi

Eseguendo il login oppure registrandoti accetti le Privacy policy